BardoLe Celebrazioni di Luglio 2011

Luglio è probabilmente il mese meno ricco di celebrazioni, ma si può certamente celebrare il sole che è al suo massimo splendore.

  11 Luglio si celebra la Giornata Mondiale dei Popoli Istituita dall'ONU

 

Santa I santi più popolari: 3 S. Tommaso (patrono degli agrimensori, geometri, architetti, artisti, carpentieri, falegnami, muratori, periti, tecnici).
Uno degli apostoli, è famoso perché dopo la Resurrezione chiese a Cristo di mostrare delle prove che testimoniassero la sua vera identità.
Non si sa molto della vita di questo santo, secondo le voci popolari sarebbe stato martirizzato in India. Patrono degli agrimensori, geometra, architetti, artisti, carpentieri, falegnami, muratori, periti, tecnici.


6 S. Maria Goretti (patrona delle fanciulle).
Nata nel 1890 e morta nel 1902 è una delle sante più giovani e popolari del calendario.
Trasferitasi con la poverissima famiglia da Corinaldo di Ancona alle Ferriere di Conca, in mezzo alle Paludi Pontine dove la malaria imperversava, perse il padre che morì di questa malattia. Costretta giovanissima a lavorare in casa e nei campi per aiutare la madre rimasta sola con 6 figli piccoli, un tale si innamorò di lei. Un giorno, dopo le ennesime profferte del giovane, al rifiuto categorico della fanciulla, il ragazzo la colpì con 14 colpi di punteruolo che la ridussero in fin di vita.
Morirà poco dopo in ospedale.
Invocata a protezione delle giovani ragazze


11 S. Benedetto da Norcia (patrono d'Europa Patrono di lavoratori, speleologi, architetti, ingegneri, chimici).
Antica festa 21 Marzo.Si ricorda oggi il famoso santo, patrono d'Europa, fondatore del convento di Montecassino, che prima della riforma del calendario veniva ricordato il 21 Marzo (celebre il detto "per san Benedetto la rondine è sotto il tetto").
Nato nel 480 da una patrizia famiglia romana, si trovava a Roma quando Teodorico re dei Goti entrò vittorioso in città.
Lasciata la città si ritirò in una grotta nei pressi di Subiaco, dove altri lo avevano preceduto lo elessero priore della comunità.
La rigida regola imposta da Benedetto indusse i confratelli a tentare di avvelenarlo per ben due volte. Esasperato dall'indisciplina abbandonò la comunità e si trasferì a Cassino dove fonderà il celebre convento e il suo ordine. Patrono d'Europa Patrono di lavoratori, speleologi, architetti, ingegneri, chimici A lui possono rivolgere le loro preghiere chi soffre di renella, risipola, i moribondi, gli agonizzanti e gli avvelenati, chi desidera una buona morte e inoltre contro infiammazioni, malattie infettive. La sua effige protegge dai demoni.

15 S. Bonaventura (protettore dei corrieri). Dottore della Chiesa.
Patrono di fattorini, portabagagli, teologi, poni express, corrieri.


22 S. Maria Maddalena (protettrice dei farmacisti).
Contrariamente a quanto si crede non si tratta della Maria Maddalena, la peccatrice redenta dalle predicazioni di Gesù, né della sorella di Marta e Lazzaro. Maria di Magdala è la fedele seguace di Cristo, l'amica della Madonna, da sempre fedele del Signore.
E' colei che accompagna la Madonna sul Monte Calvario, ai piedi della croce, è colei che, recatasi al Sepolcro, per prima vede il Signore risorto.
Patrona di giardinieri, profumieri, parrucchieri, farmacisti, guantai

24 S. Cristina di Bolsena (patrona dei mugnai).
La vita di questa giovane santa di intreccia con la leggenda popolare.
Figlia di un ufficiale romano ai tempi delle persecuzioni contro i cristiani, dotata di grandissima bellezza, si convertì alla nuova fede.
Per metterla al riparo dai pretendenti e dalla persecuzione il padre la rinchiuse in una torre insieme ad altre 12 fanciulle e a 12 statue d'oro di dei pagani, perché lei si convertisse.
Ma la giovane fece fondere le statue e buttò l'oro ai poveri. Allora il padre la fece flagellare. Dal momento che la figlia non cedeva, credendo di impaurirla, la consegnò ai giudici perché la costringessero a sacrificare agli dei. Cristina non cedette né alle lusinghe né alla tortura, fu per questo gettata nel lago (di Bolsena) con delle pietre al collo, ma due angeli la sollevarono dal fondo del lago portandola a riva. I giudici non rinunciarono alla persecuzione, sottoposero la ragazza ad altri tormenti e alla fine la condannarono ad essere saettata (trafitta da frecce).
E' considerata Patrona di Bolsena. Patrona dei mugnai


25 S. Giacomo (patrono di Spagna).
Fratello maggiore dell'evangelista Giovanni, fu uno dei più assidui seguaci di Gesù.
Dopo la Pentecoste Giacomo venne arrestato e flagellato per le sue predicazioni. Intorno all'anno 44 venne passato a fil di spada per ordine del re Erode Agrippa.
Pare che, misteriosamente, le spoglie di Giacomo finirono in Spagna, forse portate dai suoi amici o forse da forze del cielo. Nell'anno 813 un eremita notò strane luci su di un campo, come una pioggia di stelle.
Fu avvisato il vescovo che dopo tre giorni si recò sul Campus Stellae (il campo delle stelle) dove, sotto uno strato di terra, vennero trovate le spoglie identificate con quelle di san Giacomo.
Patrono della Spagna Protettore di fabbricanti di cappelli, profumieri, viaggiatori Protegge a aiuta in caso di reumatismi Protegge i raccolti.


26 S. Anna e S. Gioacchino (Gioachino).
Rispettivamente madre e padre della Madonna, in lingua ebraica il nome Hannah significa "grazia".
S. Anna è la protettrice di commercianti, venditori, bottegai, fabbricanti di calze, guantai, lavandai, lavandaie, orefici, partorienti, ricamatrici, sarte, scultori, straccivendoli, ebanisti, tornitori, vedovi, vedove, falegnami, fabbricanti di merletti, ricamatrici.
A lei possono rivolgere le loro preghiere i moribondi, chi soffre di esaurimento nervoso e di ossessioni, chi soffre di febbri, chi vuole una buona morte; invocata in caso di parti difficili, contro la sterilità coniugale.



CavaliereCelebrazioni di Luglio:
Il giorno 2 nella città di Matera si svolge la festa della Madonna della Bruna. Alla fine della processione in onore della Madonna il carro che ha trasportato la statua viene demolito nella pubblica piazza dai fedeli.

Patti (ME), il giorno 5, Festa solenne in onore di Santa Febronia Minori (SA),

Nei giorni 12 e 13 a Governolo, in provincia di Mantova, si tiene la Sagra di San Leone, durante la quale vengono distribuiti risotto, salamelle, polenta e pesce.

Nei giorni 23 e 24 a Bolsena si festeggia Santa Cristina, patrona della città. Durante la processione su improvvisati palcoscenici vengono improvvisati i Misteri cioè la rievocazione di momenti del martirio della santa.

Il giorno 26 a Valverde, vicino Catania, si tiene una festa in cui si chiede a Sant'Anna di vegliare sulla vendemmia: a lei vengono offerti i primi grappoli di una varietà d'uva precoce chiamata proprio Sant'Anna.

Chi volesse segnalare Feste, Sagre, Fiere, manifestazioni particolari che si svolgano in qualsiasi zona d'Italia potrà farlo scrivendo alla redazione.
Saranno bene accette anche segnalazioni riguardanti manifestazioni che si svolgano all'estero e che si ispirino o siano ricollegabili a tradizioni riscontrabili anche nel nostro Paese o che abbiano caratteristiche particolari.

La segnalazione dovrà contenere il nome della località, la provincia, la data o il periodo di svolgimento e una breve descrizione.

CartiglioFin da ora avvisiamo che probabilmente non riusciremo a rispondere alle e-mail, ma pubblicheremo le informazioni che ci invierete.
ATTENZIONE: non verranno prese in considerazione segnalazioni relative a manifestazioni che contemplino la morte, il maltrattamento o l'offesa a danno di persone o animali.

Nuvola
Temporale

Torna al mese di Luglio

 


Progetto grafico, Testi © Francesca Sansone 1998 - 2011 tutti i diritti riservati
logo